La Haunted House di Stranger Things alla Halloween Horror Night 2023 agli Universal Studios di Orlando. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri

Halloween Horror Night agli Universal Studios

Desideravamo vedere la Halloween Horror Night agli Universal Studios fin da quando ce la siamo persa mentre eravamo in viaggio di nozze.

Ci abbiamo messo ben 14 anni per riuscire a realizzare questo desiderio… ne sarà valsa la pena?

I grandi errori della nostra vita

Questo articolo comincerà con un piccolo excursus nel passato della Kry e del Teo.

Ebbene, dovete sapere che, dopo diversi anni insieme, quel romanticone del Teo diede alla Kry l’unico anello montato sul guanto di Sauron in edizione limitata. Se vi siete persi questa storia potete recuperarla nel nostro articolo su Grazzano Visconti.

In seguito all’estemporaneo fidanzamento i due piccioncini decisero di convolare a nozze ma con molta calma. Quella cosa che dicono alcuni, che dal fidanzamento al matrimonio dovrebbe passare un anno, a loro sembrava una stronzata, tanto più che era un tempo insufficiente per organizzare tutto come lo volevano.

Ci misero quindi diversi anni, durante i quali fecero spola più volte tra Parma e Venezia per visitare l’Atelier Pietro Longhi. Questa sartoria è la stessa citata pure da Dan Brown nel suo libro “Inferno” ma i futuri sposi la scelsero perché gliela avevano consigliata un sacco di amici rievocatori.

Alla fine, con un Teo vestito da Casanova e una Kry che prendeva ispirazione da Eleonora di Toledo, (scegliendo due epoche storiche che facevano a pugni una con l’altra), i due si sposarono e andarono in viaggio di nozze.

Abiti dell'atelier Pietro Longhi per il matrimonio del Teo e dalla Kry. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Eravamo bellini, no?🥰
Halloween Horror Night 2009 agli Universal Studios di Hollywood. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Eravamo già lì, agli Universal Studios c’era l’Halloween Horror Night, e noi ce la siamo persa!!!😭

Ora, due nerd che si sposano, dove mai volete che vadano in luna di miele? Agli Universal Studios, ovvio! E fu proprio lì, nel mese di ottobre, che i due si resero conto di aver fatto un IMMENSO ERRORE!

Eggià, perché il parco, in quel periodo, era tutto arredato per ospitare la “Halloween Horror Night degli Universal Studios”, uno degli eventi più attesi dell’anno! Il problema era che loro due avevano ingenuamente pensato di partecipare alla grandiosa kermesse dello spavento in stile Jump Scare comprando i biglietti in loco… e invece no! Tutti i biglietti, vero orrore degli orrori, erano SOLD OUT!

Questa cosa ai due gli rimase sul gozzo e continuarono per lungo tempo a brontolare peggio del nano Brontolo e di puffo brontolone in combo, per essersi persi questo evento che nella loro mente, più ci pensavano, più diventava monumentale.

Nel frattempo gli anni passarono e ‘sti due, invece di fare come tutte le normali coppie sposate e cominciare a prendersi a piatti in faccia per poi finire con un bel divorzio con i fuochi d’artificio, decisero di restare insieme. Affrontarono altri viaggi e questo li distrassero dal loro desiderio di vedere la Halloween Horror Night. Arriviamo così allo scorso giugno, quando i nostri eroi si accorsero di aver fatto un altro GROSSO ERRORE: si erano scordati di compare i sospirati biglietti per Tokyo nei tempi previsti e i prezzi erano schizzati alle stelle, costringendoli a cambiare meta. Quindi dove andare?

“Andiamo a Seul, che per i nerd va sempre bene?” Propose tentennante lei.

“Potremmo andare a Praga, che è come il nero e tira sempre, no?” Replicò lui.

“In Egitto no, perché quei maledetti del Great Egyptian Museum hanno aperto solo l’atrio e non il resto…” Proclamò lei esasperata.

“Aspetta!” Quasi strillò lui in preda a un’illuminazione semi-divina “Quanto costano i biglietti per la Florida? Magari c’è un’offerta…”

Lei controllò online e…. “SSSSSSIIIIIIIIIIII!!!!!!”

E così a distanza di anni ci siamo diretti verso gli Stati Uniti con il serio intento di realizzare uno dei nostri sogni nel cassetto, rinunciano per questo anche all’amata Lucca Comics & Games, cosa che non era mai successa da quando avevamo circa 15-16 anni.

I giardini di Miami

E adesso siamo qui a raccontarvi di questo viaggio ma ci terremo la sospirata Horror Night come piatto forte perché prima, come antipasto, vogliamo immergervi nell’atmosfera di Halloween con un giro dei quartieri residenziali americani per ammirare i giardini pieni di enormi statue a tema.

Avrete di certo visto, in una serie TV o in un’altra, qualcuno riempire il giardino della propria casa americana (quindi senza staccionate o barriere a dividerlo dalla strada) con una moltitudine di scenografie di Halloween o di Natale e noi eravamo curiosissimi di vedere dal vivo le pazzesche decorazioni della gente normale che vive qui.

Un giardino arredato con un avvoltoio per Halloween a Miami. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
A Miami per Halloween tutti i giardini sono semplicemente fantastici!
Un giardino arredato con un lupo mannaro per Halloween a Miami. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Qui si va oltre… questi sono professionisti dell’arredo di Halloween!

Non abbiamo dovuto girare molto per scoprire che tutti avevano delle decorazioni di Halloween in giardino e quelli che peccavano per eccesso non erano pochi! Dopo una prima occhiata a queste statue giganti di lupi mannari, vampiri e altro ci siamo chiesti: “Ma durante il resto dell’anno dove li mettono? Sono più grandi di casa loro!”. E’ però bastata una seconda occhiata per scoprire l’arcano: sono gonfiabili!

Presi dalla curiosità di sapere quanto possano costare queste scenografie gigantesche le siamo andate a cercare nei negozi. Abbiamo così scoperto che in realtà i prezzi non sono alti come temevamo perché i più grandi di questi monumentali accessori, venduti con tanto di compressore per gonfiarli, costano circa 150 euro e quelli di dimensioni medie e piccole costano molto meno.

Se ogni anno si compra qualche pezzo, per la stessa logica per la quale negli anni i presepi si allargano a dismisura invadendo tutto il salotto, si fa in fretta a capire come si arrivi a questi giardini super ingombrati!

Una piccola Pumpink Patch

Dopo aver archiviato questa ricerca sul campo siamo passati a visitare una piccola “Pumpkin patch” di quartiere presso una chiesa a Miami Lake.

Questi “Pumpink Patch” sono solo delle rivendite di zucche in mezzo alle quali vengono montati giochi per grandi e piccini, stand gastronomici e altre amenità. E’ in posti di questo genere che le famiglie vanno a comprare la loro zucca da intagliare, scegliendo tra la grande varietà di quelle esposte.

Visto che noi abbiamo visitato il posto il giorno di Halloween, tutte le zucche erano in saldo e c’era pure il 3×2, con diversi venditori piuttosto aggressivi che hanno cercato di convincerci più volte a comprare almeno una dozzina di zucche… abbiamo cercato di spiegare che poi non ci sarebbero entrare in valigia ma non crediamo abbiano capito il problema!

Una carrozza alla pumpink patch di Miami Lake per Halloween. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Zucche ovunque nelle pumpink patch! E c’era pure il 3×2!
Una casetta alla pumpink patch di Miami Lake per Halloween. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Una delle scenografie della pumpink patch… e le zucche, ovvio!
Vetrina di una pasticceria per Halloween a Miami. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Questa è una pasticceria e quello è cioccolato! Halloween si declina in ogni cosa a Miami!

Halloween a Miami Beach

Quando alla fine è scesa la sera ci siamo spostati in Lincoln Road a Miami Beach, in quella che negli altri giorni dell’anno è una bella via dello shopping ma che per Halloween si trasforma nella passerella ideale dove si radunano cinquantamila persone in costume per festeggiare a suon di musica, cibo e alcol.

Quasi ogni incrocio della via aveva un suo Dj pronto ad intrattenere la folla festante, ogni locale aveva tavoli dentro e fuori pronti a servire cibo di ogni genere e, in generale, abbiamo visto tanti di quei costumi fantastici da non farci rimpiangere troppo la nostra assenza da Lucca Comics.

E in tutto ciò ancora non vi abbiamo detto nemmeno una parola sulla HALLOWEEN HORROR NIGHT degli Universal Studios di Orlando, quindi ora mettetevi comodi perché quando a mezzanotte l’orologio fa din-don… dodici rintocchi per i mostri fa din-don (Se non l’avete capita avete avuto un’infanzia triste…).

Halloween in Lincoln road. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Uno dei palazzi sulla Lincoln Road, nel cuore di Miami Beach!
Una Sugar Doll in Lincoln Road ad Halloween. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Una delle maschere sulla Lincoln Road a Miami Beach durante la sera di Halloween

All’inizio furono le Fright Nights

Eccoci quindi a parlarvi della Halloween Horror Night. Questo evento fu proposto per la prima volta agli Universal Studios di Orlando nel 1991 ma al tempo si chiamava “Fright Nights” (notti spaventose).

L’evento, che durava solo tre giorni e prevedeva un biglietto dal costo davvero ridotto di 16 dollari, metteva in cartellone una serie di spettacoli a tema che seguivano un filo conduttore unico, e dava la possibilità di visitare una casa infestata.

La cosa piacque e così negli anni seguenti fu replicata. Gradualmente si allargò in tutti i sensi possibili: le case infestate dell’edizione 2023 erano ben dieci, le “Scarezones” cinque, era possibile vedere un incredibile spettacolo in arena, l’evento si è tenuto ininterrottamente dal 1° settembre al 4 novembre e il prezzo del biglietto è lievitato come il pandoro arrivando a un minimo di 80 dollari per una sola serata infrasettimanale, aumentando sensibilmente nei finesettimana o per ingressi validi più serate o con l’opzione “salta la fila”.

Halloween Horror Night 2023 agli Universal Studios di Orlando. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Ed eccoci all’ingresso della sospirata HALLOWEEN HORROR NIGHT!
Il Drago della Gringott alla Halloween Horror Night 2023 agli Universal Studios di Orlando. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Il drago della Gringott in realtà sputa fuoco anche durante gli altri giorni, non solo per la Horror Night!

Durante i giorni in cui si svolge l’evento il parco chiude i suoi cancelli alle cinque del pomeriggio, per riaprire in versione Horror alle sei.

Quando siamo stati agli Universal Studios Hollywood per il nostro viaggio di nozze avevamo notato che anche durante il giorno tutto era stato tematizzato per Halloween, quindi c’erano una profusione di zombie/mostri/scheletri/zucche/tutto che spuntavano da ogni angolo. A Orlando, invece, durante la visita diurna non abbiamo visto nulla che lasciasse presagire la Horror Night. Quando siamo rientrati alle sei del pomeriggio il parco aveva letteralmente cambiato faccia.

Le luci erano basse e di colori inquietanti, le macchine del fumo lavoravano a pieno ritmo per permettere ai figuranti di sbucare all’improvviso davanti ai visitatori e le Scarezones erano tematizzate benissimo.

Dr. Oddfellow alla Halloween Horror Night 2023 agli Universal Studios di Orlando. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Il Dr. Oddfellow in una foto presa dalla Halloween Horror Night Wiki

Ma chi è il Dr. Oddfellow?

A questo proposito è giunto il momento di raccontarvi la storia che faceva da filo conduttore a questa edizione: la delirante vita del Dr. Oddfellow.

Negli anni venti del novecento il dottor Rich Oddfellow, per ammazzare la noia, pensò di andare a farsi una passeggiata nell’amena “La giungla del destino”. In quel luogo prese con l’alluce contro qualcosa di duro e, dopo le bestemmie di rito, si accorse che era un teschio di cristallo. Quel potente artefatto gli concesse l’immenso potere cosmico di trasformare la flora e la fauna in abomini.

Tutto felice, il buon Oddfellow mise il suo teschio di cristallo su un vecchio bastone trovato in giro e decretò che quello sarebbe stato il suo “bastone delle anime”, fonte del suo incommensurabile potere.

Il buon dottore viveva in un tempo in cui un uomo della sua levatura non sapeva cucinarsi un uovo sodo e per questo ci mise un po’ a capire che gli abomini, tanto belli e simpatici, non erano commestibili. Per mangiare gli era ancora richiesto di pagare, così fu solo nel ’39 che, con piglio imprenditoriale, mise su un bel circo itinerante.

Gli incassi erano elevati ma il buon dottore aveva deciso di voler migliorare le sue doti culinarie per non restare più senza cibo e così si appressò a una delle arti più oscure di sempre: la legatura dell’arrosto. Milioni di massaie prima di lui si erano arrese ma il dottore, pur di non pagare l’esoso prezzo richiesto dal macellaio, si incaponì. Dovette fare molti esperimenti usando la carne delle sue creature, dei suoi artisti e anche di qualche centinaio di spettatori paganti.

Non imparò mai a legare un arrosto ma in compenso creò delle spettacolari composizioni di carne con le fattezze dei segni zodiacali.

Il suo errore fu però quello di cercare di uccidere Jack, il più spiritoso dei clown del suo circo. Jack la prese malissimo e vendette cara la pelle, sfigurando permanentemente il dottore. Questo omicidio tra l’altro non funzionò molto bene perché Jack entrò in contatto con il sangue di Oddfellow diventando così immortale.

A quel punto la brava gente  del paesino del Midwest dove il dottore si era fermato con il suo circo, si rese conto che all’appello mancavano un bel po’ di cittadini e, come sempre in questi casi, decise che era colpa dei “foresti”.

Una vampira alla Halloween Horror Night 2023 agli Universal Studios di Orlando. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Una pipistrella-vampira su trampoli tra i moltissimi figuranti della Horror Night

Il dottore, sentendo per caso che il venditore di armi e munizioni era improvvisamente diventato così ricco da permettersi una villa nuova, subodorò il problema  e bruciò circo, tendone e pure i volantini già stampati delle prossime esibizioni. Alterato per la perdita del suo luogo di lavoro andò poi a sfogare la rabbia massacrando i lavoranti di un cantiere navale di San Francisco.

Sentendosi molto meglio dopo questa attività ricreativa e rilassante si ritirò nella dimensione delle zodiaco, lavorando sul potere di trasformarsi in altre creature.

Nel ’61 il nostro Oddfellow era ormai esperto nelle trasformazioni e così prese le sembianze di un vampiro ma non riuscì mai a togliersi dalla faccia lo sfregio che gli aveva lasciato Jack. Poco importa che come vampiro avesse lo stesso aspetto di prima con i denti un po’ più lunghi, perché Oddfellow era orgogliosissimo della sua trasformazione! Con il nuovo camuffamento s’infiltrò tra i ranghi dei più potenti bevitori di sangue cercando di assumere il potere e ottenere che il Consiglio dei Vampiri scatenasse la progenie delle tenebre contro l’umanità.

Uno dei vampiri del consiglio, Olatto, decretò che a lui ‘sta cosa pareva una stronzata. Se la erano sempre cavata benissimo mantenendo un basso profilo quindi non vedeva il motivo di cambiare politica. Come rappresaglia, nel ’69, Oddfellow scatenò i vampiri durante un festival musicale in una cittadina dello stato di New York causando caos e distruzione a suon di musiche psichedeliche e vestiti con vivaci fantasie a fiori.

Haunted House di The Last of Us alla Halloween Horror Night 2023 agli Universal Studios di Orlando. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
E questa è la pubblicità della casa infestata di The Last of Us!
Haunted House di Stranger Things alla Halloween Horror Night 2023 agli Universal Studios di Orlando. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
La pubblicità della casa infestata dedicata a Stranger Things!

Il dominio di terrore del dottore terminò nel 2007 quando il divertentissimo Clown Jack lo rintracciò e lo fece fuori come un cane. Oddfellow però era potentissimo e immortale e così finì semplicemente in un’altra dimensione, dove rimase in villeggiatura per 16 anni… fino a oggi!

Oddfellow è tornato nella nostra dimensione giusto in tempo per l’inizio della Halloween Horror Night, e ha promesso l’immortalità a chiunque diventi suo seguace. Ha poi usato i suddetti boccaloni per mettere a ferro e fuoco gli Universal Studios con ogni genere di raccapricciante orrore!

Tra le case infestate di quest’anno una era dedicata interamente alla storia del Dottor Oddfellow, mascotte ufficiale della 32° Horror Night, mentre tutte le “Scarezones” erano a tema con la sua storia mettendo in scena “la giungla del destino”, “Il cantiere navale n. 32”, “Lo zodiaco oscuro”, “La collezione di mostri di Oddfellow” e la nostra preferita in assoluto, “Vamp69: l’estate di sangue”.

E poi c’è il resto…

La Horror Night però non si lascia confinare dalla sua trama principale, così abbiamo potuto immergerci anche nelle oscure vie di Diagon Alley mentre i Mangiamorte la assalivano e soprattutto ci siamo entusiasmati a suon di musica, e tanta benzina, durante lo spettacolo “Halloween Nightmare Fuel: Revenge Dream”.

Magie Sinister a Nocturne Alley durante la Halloween Horror Night 2023 agli Universal Studios di Orlando. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Sì, c’erano in giro i Mangiamorte… ma noi li siamo proprio andati a cercare passando più volte da Nocturne Alley e fermandoci da Magie Sinister!
Mangiamorte alla Halloween Horror Night 2023 agli Universal Studios di Orlando. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Ed eccoli qui i Mangiamorte, pronti a mettere a ferro e fuoco Diagon Alley!

Questo spettacolo sta rapidamente diventando uno degli eventi più attesi e amati delle ultime Horror Night. L’originale andò in scena nel 2021 mentre lo scorso anno e questo sono stati allestiti dei sequel continuando la storia che ora, per brevità vi riassumeremo con “C’è una tizia che in sogno combatte contro la regina degli incubi fino a batterla e a diventare a sua volta regina”.

La trama non sarà un granché ma l’allestimento a suon di musica metal, con trucchi illusionistici, fiamme, ballerini, trapezisti e quant’altro è sicuramente di altissimo livello. E’ stata, forse, una delle cose migliori che abbiamo visto, senza nulla togliere alle case infestate di “The Last of Us” e di “Stranger Things”, dove i set erano ricostruiti benissimo, i mostri sembravano davvero quelli che si vedono in queste serie TV e i figuranti che interpretavano i protagonisti, sarà stata la scarsa luce o il trucco, assomigliavano davvero agli attori che conosciamo!

Il nostro unico rammarico è che purtroppo non è concesso filmare all’interno delle “case infestate”, quindi dovrete crederci sulla parola.

L’angolo dello shopping:

(in qualità di affiliati Amazon otteniamo dei guadagni dagli acquisti idonei)

22 commenti

  1. Il fatto che sto leggendo un articolo a tema “halloweenesco” durante le Feste natalizie la dice lunga sul fatto che, sebbene sia un’appassionata della “magia del Natale”, questa atmosfera un po’ dark e un po’ goliardica come solo gli americani sanno fare mi entusiasma ancora di più xD
    Ok, confesso che ho iniziato a leggere tutto perché richiamata dal titolo, che mi ha portato indietro nel tempo, ma con il vostro racconto mi avete trasportata prima tra gli incredibili allestimenti dei giardini di Miami Beach (prima o poi vorrei vederli anch’io dal vivo!) e poi tra gli spettacoli di una Halloween Night agli Universal Studios a cui sarebbe a dir poco un sogno poter partecipare!! Io sono stata solo a quelli di Hollywood per ora, in un banalissimo infrasettimanale di un lontano maggio, quindi potrei tenermi aperta la porta di Orlando appositamente per vivere il Parco in questa veste inedita come fatto da voi… che dire, il viaggio di nozze ideale si è fatto attendere ma credo sia stato all’altezza delle aspettative alla fine, congratulazioni!! 🙂

    1. Passare Halloween negli States è stata un’esperienza fantastica, tanto che stiamo già pensando di ripeterla nel New England per vedere altre cose, come ad esempio i labirinti di mais!
      I parchi Universal però ci attirano sempre… figurati che volevamo andare Singapore apposta! 🤣

  2. Beh direi che nonostante tutto alla fine siete riusciti a godervi un viaggio “non di nozze” con i fiocchi e a respirare comunque un’atmosfera nerdissima come doveva essere! Beh, comunque anche io aspetterei più di un anno dal fidanzamento ufficiale, vuoi mettere prenotare tutto con calma e organizzare bene?! E poi che belli i vostri vestiti del matromonio!

    1. Era anche ora che riuscissimo a fare questo ‘non viaggio di nozze’!
      Adesso però sono ufficialmente pronta per il prossimo matrimonio e il prossimo viaggio di nozze… resta il dilemma se farlo a tema pirati o steampunk.
      Non riusciamo a deciderci! AIUTO!

  3. Ho aperto l’articolo perché ho visto Vecna? Sì. L’ho letto fino alla fine per scoprirne di più sugli Universal Studios? Ovvio.
    Ma partiamo con ordine, dal matrimonio con l’Anello, il tesssoro, che in realtà ha anche mio marito come fede, nerd tanto quanto voi. E poi anche noi dal fidanzamento alle nozze abbiamo aspettato cinque anni per il momento giusto quindi ben venga aspettare. Qui finsicono le similitudini, anche se i vostri abiti erano meravigliosi!
    Veniamo adesso agli Universal Studios, un sogno visitarli! Avete aspettato tantissimo ma alla fine ce l’avete fatta e in che periodo poi! Io sarei impazzita a vedere lo spettacolo dei mangiamorte o i drago della Gringott sputare fuoco. Prima o poi spero di vederli dal vivo, anche se sono una tipa più da Natale!

    1. Vedersi Vecna lì davanti in tutto il suo splendore è stato bellissimo e dopo tanti anni ci tenevamo proprio ma per quanto ci piaccia Halloween non abbiamo nulla in contrario a vedere gli Universal anche addobbati per Natale, sia chiaro! 😍
      Per quanto riguarda l’anello di fidanzamento… ehm… non è l’anello che pensi tu! Cioè, sì, lo è… ma non lo puoi togliere dal guanto di Sauron, è un pezzo unico! Ci sono stati anche degli allegri siparietti con il prete perchè la Kry lo voleva indossare durante il matrimonio ma a quanto pare era, a tutti gli effetti, un po’ impegnativo per una chiesa di paese. Il nostro gentile parroco è uno di mentalità aperta perchè si è sobbarcato una chiesa piena di elfi, jedi, cavalieri e altri personaggi improbabili, quindi a quel punto non potevamo nemmeno lamentarci troppo per il veto sull’anello…

  4. Che figata!!! Il mio sogno nel cassetto è visitare gli Universal Studios di Orlando (soprattutto per il parco a tema su Harry Potter), ma devo essere sincera, non avevo mai pensato al periodo di Halloween! 😍

    1. Gli Universal di Orlando sono il paradiso di noi piccoli Potterhead! Con calma uscirà anche l’articolo sul parco in sè e in particolar modo sulle zone HP che SONO INCREDIBILI! Si può addirittura entrare alla stazione di King Cross e prendere l’Hogwarts Express per andare a Hogsmeade e poi a Hogwarts!
      Diagon Alley è così perfetta che c’è pure Nocturne Alley… inutile dire che noi siamo rimasti lì quasi tutto il giorno!

  5. Come sempre mi diverto a leggere i tuoi post. Certo Halloween in America è una cosa seria, prima o poi piacerebbe anche a me vivere questa atmosfera da paura,

    1. Mi è piaciuto così tanto che di certo ci tornerò… magari non l’anno prossimo ma CI TORNERO’!

  6. Non ho la vostra stessa passione ma mi diverto molto a leggerti. Mi sembrano pazzesche tutte quelle decorazioni nei giardini! Invece mi piace l’idea dei mercatini con le zucche

    1. Se non fosse che avrei sforato con le valigie io un paio di gonfiabili enormi da mettere in giardino per Halloween li avrei presi!
      Adesso che so che esistono vedrò se riesco a trovarli online e l’anno prossimo avrò un giardino uber-decorato, così tutti bambini mi suoneranno al campanello e… io sarà a Lucca! Muahahahaha sono malvagissima!

  7. Che invidia pazzesca, non so cosa avrei dato per venire con voi! Prima o poi riuscirò a volare a Miami e visitare gli Universal Studios della Florida, se per Halloween, ora che lo so, tanto meglio!

    1. La Horror Night è stata fantasssstica ma se mai ci andrai NON fare il nostro errore! Non prendere il biglietto per la serata nello stesso giorno in cui visiti il parco perchè dalle otto del mattino a notte fonda in giro per il parco è massacrante!
      Alla fine non siamo nemmeno riusciti a fare tutte le haunted house proprio perchè eravamo morti in piedi!

  8. Chissà quanto deve essere figo passare Halloween in America! Le decorazioni e le varie tradizioni meritano sicuramente tantissimo!

    1. E’ stato bellissimo ma la prossima volta ci piacerebbe provare la zona più a nord per vedere i labirinti di mais!

  9. ho letto con molto interesse l’antefatto e devo dire che avete fatto benissimo a saldare il conto rimasto in sospeso. La soddisfazione deve essere stata doppia

    1. Adesso però dobbiamo riuscire a saldare anche il conto con le sale giochi di Tokyo! 😂 🤣

  10. Non avevo mai sentito parlare della Halloween Horror Night, nonostante sia stata in Florida a novembre anni fa. E mi sono pure persa tutte le decorazioni dei giardini: dite che dovrei tornare?
    Ancora una domanda: ci racconterete in un articolo dettagliato la giornata del vostro matrimonio? Deve essere stato spettacolare e sono molto curiosa di saperne di più!

    1. Sì, assolutamente devi tornare per il giro parchi per Halloween!
      Per quanto riguarda il nostro matrimonio… ci siamo già sposati due volte ma da diversi anni stiamo pensando di rifarlo ancora e di trasmettere la cerimonia in diretta, così la potrete vedere tutti!!
      Ora dobbiamo solo riuscire a metterci d’accordo sul tema perchè siamo indecisi su pirati, cowboy o steampunk…

  11. Ho avuto la fortuna di festeggiare halloween in California, ma vedo che anche Miami a livello di decorazioni a tema non la manda a dire! Ti consiglio per la prossima stagione la Mckamey Manor, a San Diego, la casa degli orrori più spaventosa al mondo. Per entrare è necessario persino presentare un certifico medico che attesti la salute fisica e mentale del partecipante. Spero di averti incuriosito….

    1. Sono subito corsa a cercarla e ho scoperto… che la casa infestata si è spostata in tennesse!!
      Per me è stato un sollievo perchè la prima volta che riuscirò ad andare a San Diego vorrei che fosse per il comicon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe anche interessarti...