Dove mangiare galette a Saint-Raphaël in Francia? Nel passage du parvis allo Snack du Parvis! Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri

Oggi Nas, il nostro NASone Annusone di fiducia, risponderà alla domanda ‘dove mangiare qualcosa di veloce, sostanzioso e gustoso a Saint-Raphaël, in Francia?’

Ciao gente sono NAS, il vostro NASone Annusone di fiducia e vi voglio raccontare di quella volta in cui il Teo, che soffre di vertigini a salire su una sedia per cambiare una lampadina, decise di affrontare le sue paure tentando l’esperienza del paracadute ascensionale.

Avete presente? Sono quelle esperienze che prevedono di farsi imbragare a un paracadute che verrà poi trascinato da un mezzo veloce, nel nostro caso una barca, fino a sollevarsi nel cielo.

Subito dopo aver prenotato questa esperienza il Teo è andato a prepararsi uno zainetto per questa avventura. A suo dire avrebbe necessitato di cambiarsi almeno gli indumenti intimi dopo essere sceso…

Il mattino del giorno fatale la Kry, per compassione, cercò di distrarre il Teo con un giro nel pittoresco mercato provenzale di Fayence. Putroppo però nemmeno il tedio dell’ottordicesimo banchetto di saponi/profumi/essenze di lavanda riuscì a mitigare i tremori dell’impavido. All’ora X, ci mettemmo in viaggio per il porto di St. Raphael, dove si sarebbe svolta l’adrenalinica esperienza.

Una dea benigna doveva aver sentito le imprecazioni mentali del Teo perché mandò verso la costa un temibile ammasso di nubi grigie. La temuta esperienza fu annullata causa maltempo poco dopo.

Saint-Raphaël in Francia. Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
La Basilica di Nostra Signora della Vittoria a Saint-Raphaël
Dove mangiare galette con uovo a Saint-Raphaël in Francia? Nel Passage du Parvis allo Snack du Parvis! Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
Le gallette prosciutto e uovo hanno un aspetto davvero appetitoso, no?

Quando ci hanno avvertiti dell’annullamento eravamo già in viaggio per St. Raphael, dove saremmo arrivati giusto in tempo per l’ora di pranzo. I miei poco avveduti compagni di avventura non sapevano bene dove andare per scongiurare la mia arcinemica, la temibile FAME così io ho subito attivato il mio super potere di Nasone Annusone e li ho guidati alla vittoria!

Con il mio infallibile fiuto, e conoscendo la perversione del Teo per il bubble tea (che io condivido!), mi sono inizialmente avvicinata a un locale che pubblicizzava questa bevanda. Comprendendo però la necessità di combattere la difficile guerra contro i brontolii di stomaco con qualcosa di più aggressivo, ho cambiato strada e mi sono infilata in uno stretto vicoletto.

Era uno di quei viottoli pedonali che danno sempre l’impressione di finire a casa di qualcuno ma invece, proprio lì sulla stradina, in un angolo particolarmente scenico, ecco comparire degli alti tavolini e una finestra a muro con appesi menù invitanti, ennesima riprova che il mio NASone Annusone non sbaglia MAI!

Il vicolo era le Passage du Parvis, che porta dal vecchio porto alla Basilica di Nostra Signora della Vittoria, e il piccolo punto ristoro si chiama Snack du Parvis.

Qui potrete assaggiare, durante la bella stagione, panini, bagel, wrap e insalatone ma anche le più francesi galette.

Ci siamo accomodati su questi tavolini all’ombra e abbiamo ordinato cose diverse. Poco dopo abbiamo scoperto che i nostri piatti avevano una cosa in comune: ERANO ENORMI!

Le galette erano particolarmente gustose e poco importa che siano un piatto tipico del nord della Francia! Dopotutto, anche da noi si trovano piadine buonissime in posti diversi dalla Romagna, no?

In questo tranquillo angolo di St. Raphael i prezzi sono quelli di un normale pasto al bar e tutto era ottimo così, dopo esserci rinfrancati con questa sosta, abbiamo potuto fare un salto alla vicina Basilica dove probabilmente il Teo ha rivolto un ringraziamento alla Signora della Vittoria per avergli evitato il giro (che LUI aveva voluto prenotare) in paracadute ascensionale!

Baci col rossetto rosso

NAS

P.S.: Snack du Parvis, avendo solo tavoli all’aperto, in pieno inverno è chiuso! Lo troverete a servirvi ottimi piatti solo durante la bella stagione!

Dove mangiare un'insalata a Saint-Raphaël in Francia? Nel Passage du Parvis allo Snack du Parvis! Foto sul blog di viaggi Nerd in Spalla: viaggiatori poco seri
L’insalatone misto che non ci aspettavamo! E’ ENORME! il mio NASone Annusone NON SBAGLIA MAI!

16 commenti

  1. Benedette nuvole! Qualcuno dall’alto deve aver avuto pietà del povero Teo che se soffre di vertigini non credo sarebbe sopravvissuto al paracadute. Da frequentatrice del Sud della Francia, confermo che le galette sono buonissime e io non perdo occasione di mangiarle anche tra i vicoli della Provenza dove sembrerebbero apparentemente fuori luogo. Inoltre hanno il pregio di essere un pasto veloce che di solito mette d’accordo tutti i gusti

    1. Il Teo è ancora lì a domandarsi se sia stata fortuna o sfortuna ma la realtà è che si è ampiamente rifatto con le galette perchè anche noi le adoriamo!

  2. Mi sa che Teo deve essere masochista. Se soffre di vertigini, perchè prenotare un’esperienza che lo terrorizza? E come fate a bere il bubble tea? Orrore! 🙂

    1. Qui è la Kry: il Teo sostiene che voleva affrontare la sua paura… ma tanto non ci siamo riusciti quindi sarà per la prossima volta (se mai ci sarà!).
      Il bubble tea a me non fa impazzire ma il Teo lo cerca proprio, un po’ ovunque, e anche in questo caso il perchè rimane un mistero… mi sa che l’ho sposato perchè è l’uomo del mistero!🤣

  3. A parte il Bubble Tea che proprio non riesco a concepire come bevanda, proverei tutto allo Snack di Parvis! Meno male che c’era NAS!

    1. Meno male! Queste assistenti inesistenti sono salvifiche!🤣

  4. Io purtroppo faccio parte di quelli che non ha dei bellissimi ricordi dei pasti in Francia, non di tutti, ma alcune esperienze sono state proprio da incubo. Una tra l’altro in un paesino vicino a Saint-Raphael di cui ho rimosso anche il nome. Ma se avessi conosciuto allora lo Snack du Parvis sarebbe stato tutto diverso. Che spettacolo l’insalatona!

    1. In generale non ho mai mangiato male in Francia ma sono certa che ci siano posti e posti tanto là come qua. Lo Snack du Parvis però ci è davvero spuntato davanti come un’oasi nel deserto!

  5. Anche a me piace assaggiare i bubble tea. Mi sembra che siate cascati davvero bene seguendo il nasone 😉

    1. Il Nasone E’ MAGICO! Ci porta sempre in posti (assurdi) dove si mangia benissimo! 😍

  6. Leggendo l’articolo ho fatto un tuffo nel passato e ho ripercorso con voi i vicoli di St. Raphael che abbiamo visitato ormai una vita fa! Noi adoriamo la Francia e il suo cibo.

    1. Noi restiamo convinti che chi dice di non amare la cucina francese è qualcuno che è rimasto leso dalla nouvelle cuisine!

  7. Nonostante l’annullamento siete comunque riusciti a consolarvi con i piatti di questo localino: direi un’ottima alternativa alle vertigini di Teo! A me piace molto la cucina francese, soprattutto per quanto riguarda la carne!

    1. Noi, dal momento che siamo assidui frequentatori del sud della Francia, abbiamo sviluppato una dipendenza per la gardianne de toro… al nord invece l’oca è il nostro piatto imperdibile! SBAV!

  8. Io andrò controcorrente ma adoro la cucina francese, snobbata invece ancora da molte persone. La cosa che più adoro è che sei libero di magiarti una baguetta farcita a qualsiasi ora del giorno, considerandola spuntino, pranzo o aperitivo. e che dire della gallette! Prova ad assaggiare la prossima volta ( se già non l’hai fatto ) una crepe au sucre…ne rimarrai estasiata.

    1. In realtà noi non abbiamo niente contro la cucina francese, anzi di solito ci piace moltissimo.
      La crepe con lo zucchero (e un litro di Grand Marnier) è però una roba adatta al Teo perchè la Kry resta fedele al salato, sempre e comunque!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe anche interessarti...